www.giornalelirpinia.it

    23/07/2024

Sanremo, gli artisti irpini al festival della canzone italiana

E-mail Stampa PDF

Elodie e BigMama (foto Ansa)SANREMO (Imperia) – Tracce irpine, e di qualità, alla 73esima edizione del Festival della canzone italiana di Sanremo. Alcuni tra gli artisti, compositori e accompagnatori hanno un forte legame con la nostra provincia. Iniziamo con BigMama, apprezzata nella quarta serata durante l'esibizione di grandi volti e voci della musica al fianco dei 28 artisti in gara nella giornata dedicata alle cover. Tra gli artisti “accompagnatori” nei duetti, infatti, si è fatta spazio in maniera travolgente la rapper irpina, di certo non in punta di piedi, tenendo la mano della famosa Elodie, con una cover di "American Woman" di Lenny Kravitz.

Elodie e BigMama, sul palco, “due donne forti che cantano libere”, rivendicando l’empowerment femminile a suon di rock-soul. All’anagrafe BigMama è Marianna Mammone, classe 2000, di San Michele di Serino, una rapper icona per il messaggio che porta con la sua musica, un urlo liberatorio di body positivity dopo essere stata per anni, a causa del suo fisico, vittima di bullismo.

La giovane irpina è approdata all’Ariston dopo il successo ottenuto al concertone dello scorso Primo Maggio, a Roma, dove già aveva dato prova delle capacità di performance, ritrovando nel pubblico un caloroso sostegno. Nella serata cover, allora, BigMama ha dato vita, insieme ad Elodie, ad uno spettacolo che aveva del tutto il sapore della rivalsa: ha trasmesso l’amore per sé stessi, il messaggio di come le cicatrici si rimarginano solo se si ha il coraggio di dirsi “io sono una bona”, come ha poi dichiarato.

BigMama, nel suo lungo abito di pelle nero e rosso, è sfilata sul palco di Sanremo, raccontando con le sue barre e la sua determinazione la sfida che lancia al mondo degli stereotipi. Come ha raccontato in un'intervista esclusiva concessa all'inviato del Mattino Federico Vacalebre, la rapper ha ritrovato nel suo paese natale (dove è stato allestito addirittura un maxi-schermo) il sostegno di chi l’ha vista, più di tutti, soffrire, ma anche avvicinarsi al mondo della musica rap grazie a figure come Salmo e Clementino, da piccola visti solo come idoli, ma ritrovandosi oggi al loro fianco sulla scena, facendo diventare la sua voce una valvola di sfogo.

Da segnalare anche altre presenze irpine a Sanremo. Tra i cantanti, nella seconda serata del Festival, spazio a Sethu, al secolo Marco De Lauri, ma di origine fieramente irpina, di Parolise, che ha cantato “Cause perse”. Ed infine ci piace segnalare la presenza di due giovani autori musicali di qualità, entrambi avellinesi, noti al pubblico specializzato: Vito Petrozzino, uno dei compositori della canzone presentata da GianMaria, e Vincenzo Centrella, che ha curato insieme a Vito i testi di GianMaria, ma ha anche composto per la canzone presentata da Ariete.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com