www.giornalelirpinia.it

    14/07/2024

Il Premio Ettore Scola vola in Canada, il brand Avellino si sposa con il prestigioso Icff

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Politica2_citt_di_av.jpgAVELLINO – Il Premio “Ettore Scola” vola oltreoceano e atterra in Canada. È il frutto dell’importante partnership stretta tra il Comune di Avellino e l’Icff (l’Italian Contemporary Film Festival), il più grande festival cinematografico italiano fuori dall’Italia. Il Premio “Ettore Scola” ed il brand Avellino si mettono così in vetrina in una grande e prestigiosa rassegna internazionale.

L’assessore al ramo di Palazzo di Città, Barbara Politi, sarà a Toronto dal 16 al 19 luglio prossimi. Il 17 luglio, istituirà una partnership permanente tra il Premio Scola e l’evento canadese. Si sostanzierà in una concreta collaborazione con “Icff”, che sarà successivamente presente ad Avellino per la prossima edizione dell’appuntamento dedicato al grande regista originario di Trevico. Il matrimonio culturale tra l'Icff e il Comune di Avellino verrà ufficializzato presso il suggestivo teatro all'aperto “Trinity Cinema”, nel “Distillery Historic District” di Toronto, con l'anteprima nordamericana del film "La stranezza” che celebra il grande autore siciliano Luigi Pirandello. Nel corso del suo viaggio in Canada, l’assessore al brand della giunta Festa effettuerà anche visite istituzionali con i rappresentanti del territorio a partire Corrado Paina, direttore della Icco, Italian Chamber of Commerce of Ontario, e Luca Zelioni, console generale d’Italia a Toronto.

«Ettore Scola è stato uno dei più grandi registi e sceneggiatori italiani, il cui contributo al cinema è riconosciuto universalmente – ricorda l’assessore Politi - Attraverso il Premio a lui dedicato, il sindaco Gianluca Festa ha voluto onorare la sua eredità artistica e preservarne la memoria. La partnership con l'”Icff” di Toronto, un festival di grande prestigio che celebra il cinema italiano in Canada e nel mondo, ci offre l'opportunità di far conoscere Avellino a un pubblico universale. Siamo convinti – osserva – che questa sinergia tra il Premio Scola e l'”Icff” di Toronto ci permetterà di aumentare la visibilità del capoluogo irpino a livello mondiale e siamo entusiasti di condividere la nostra cultura e la nostra passione per il cinema con il pubblico canadese. L'intesa tra i due eventi è un importante passo avanti verso la promozione della storia di questa città e del suo brand».

L’importanza dell’opportunità è data proprio dal prestigio dell'”Icff”: « È uno dei festival cinematografici italiani più importanti al di fuori dell'Italia e gode di un'ampia risonanza in tutto il  mondo. – sottolinea il sindaco di Avellino, Gianluca Festa - Attraverso questa partnership, Avellino potrà beneficiare della visibilità e dell'attenzione che il festival attira ogni anno: saranno favorite le reti internazionali del settore cinematografico, consentendo a registi, produttori e artisti avellinesi di entrare in contatto con professionisti internazionali. La presenza di nomi italiani e stranieri di rilievo – chiosa la fascia tricolore - può offrire un'opportunità unica per far conoscere l'opera di Ettore Scola ad un pubblico più vasto e per celebrare il suo contributo al mondo del cinema».

L’intesa

Una sinergia che nasce sotto gli ottimi auspici di un’intesa già salda tra le parti. “L’Icff si conferma come la più importante festa dell’arte, cinema e della cultura italiana in Nord America”. – dichiara Cristiano de Florentiis, co-fondatore e direttore artistico dell'Icff. È per noi un onore ospitare star dal richiamo internazionale che contribuiscono a promuovere a fare da ambasciatori della cultura e del made in Italy nel mondo». A proposito della partnership tra il Comune di Avellino e Il premio «Ettore Scola», De Florentiis non ha dubbi: «La presenza culturale e cinematografica del Comune di Avellino al festival di Toronto segna l'inizio di questa collaborazione, in cui il cinema italiano si incontra in Canada, consolidando l'impegno dell'”Icff” nel promuovere e celebrare l'eccellenza cinematografica italiana». Il programma prevede la proiezione di 80 lavori tra lungometraggi, documentari e cortometraggi italiani per promuovere l’eccellenza italiana in tutte le sue forme, (tra le opere spicca il film “Le Otto Montagne”, vincitore del Premio della giuria al Festival di Cannes 2022 e di quattro David di Donatello, inclusa la categoria miglior film nel 2023).

Il festival

Inaugurato come festival cinematografico di base senza scopo di lucro nel 2012, l’Italian Contemporary Film Festival è allestito in più città canadesi, tra cui Toronto, Vaughan, Montreal, Quebec City, Hamilton e Vancouver. Celebra il concetto di festival con un villaggio del cinema unico nel suo genere, con una lineup di film e capolavori cinematografici, insieme a un eccezionale programma di esibizioni, concerti e show di amati artisti italo-canadesi. Grazie alla collaborazione e al sostegno del ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, attraverso l'ambasciata d’Italia a Ottawa, il consolato generale d’Italia a Toronto, il consolato generale d’Italia a Montreal e l’istituto italiano di Cultura di Toronto, il programma prevede nuove partnership e collaborazioni, fra le quali, appunto, quella con il Comune di Avellino.

Il parterre

La dodicesima edizione dell’“Icff”, presentato da Lavazza, celebrerà il meglio del cinema italiano in Canada, con ospiti di assoluto richiamo. A partire dal pluripremiato maestro Michele Placido, che presenterà, tra le altre opere, “L’ombra del Caravaggio”, il docufilm “Arnoldo Mondadori-I libri per cambiare il mondo”, e una proiezione celebrativa di “Romanzo criminale”. Placido riceverà anche un premio carriera. Sarà inoltre presente la rinomata stilista e imprenditrice Anna Fendi, che coronerà la chiusura del festival con un evento di gala in programma il 22 luglio. A sua volta, sarà accompagnata da Silvia Venturini Fendi e Delfina Delettrez Fendi, rispettivamente figlia e nipote, in rappresentanza di tre generazioni che hanno conseguito grandi successi nel mondo della moda. Inoltre, Icff ospiterà Fabrizio Ferragni, il nuovo dirigente Rai, che fin dall’inizio del suo mandato, ha posto l’accento sull’ importanza di sostenere e promuovere il nostro Paese all’estero. Una delle serate più attese, che rappresenterà anche la chiusura del festival al Distillery District di Toronto, vedrà la proiezione del film sequel Diabolik - Ginko all’attacco! in anteprima nord-americana. A presenziare questo evento speciale sarà Miriam Leone, interprete di Eva Kant, il braccio destro di Diabolik.

I media partners

I media partners coinvolti sono Rai Italia, emittente della televisione pubblica dedicata agli italiani all’estero, Rogers Communications, il colosso della comunicazione canadese, Chin Radio and Tv e l’emittente nazionale canadese Omni Television. La loro collaborazione con il Festival segna ormai da lunga data un percorso comune fatto di successi e di prestigio.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com