www.giornalelirpinia.it

    22/10/2014

Politica

Provincia, Iannaccone: «L’elezione di Foti una grande opportunità per l’Irpinia»

Provincia, Iannaccone: «L’elezione di Foti una grande opportunità per l’Irpinia»

AVELLINO – “Sosterremo la candidatura di Foti a presidente dell’amministrazione provinciale anche attraverso la presenza del nostro candidato Ercole Siciliano nella lista Alleanza civica-Irpinia Bene Comune. Ritengo che l’elezione di Foti a presidente dell’amministrazione rappresenti una grande opportunità per la Città di Avellino e per l’intera provincia. Occorre affermare un nuovo modello di sviluppo che consenta di creare nuove opportunità soprattutto per i giovani”.

È quanto dichiara Arturo Iannaccone, segretario federale e capogruppo al Comune di Avellino di Autonomia Sud. “Investire sulle risorse del territorio, su infrastrutture  fondamentali  come l’Alta capacità Napoli-Bari ed il collegamento ferroviario di Avellino con Benevento, Napoli e Salerno, sull’insediamento di centri di ricerca e sullo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili, il netto rifiuto delle trivellazioni petrolifere ed il sostegno all’agricoltura sono – sostiene ancora Iannaccone –la nuova frontiera di uno sviluppo efficace e sostenibile”.

 

Petitto: «Per la Provincia il mio sostegno incondizionato a Foti»

Petitto: «Per la Provincia il mio sostegno incondizionato a Foti»

AVELLINO – “È necessario per la città di Avellino riaffermare la propria centralità in un momento di grosse difficoltà per un territorio, come quello irpino, che vede ancora lontane le risoluzioni di tante vertenze aperte, e di un processo di sviluppo che stenta a decollare”. È quanto sostiene il presidente del Consiglio comunale di Avellino, Livio Petitto, che in vista delle elezioni per la presidenza della Provincia in programma il prossimo 9 ottobre ribadisce il suo incondizionato sostegno alla candidatura del sindaco del capoluogo Paolo Foti.

“Il mio auspicio – sottolinea ancora Petitto che precisa di aver sottoscritto la lista “Davvero” per dare ulteriore sostegno al candidato Foti e per consentire una maggiore pluralità – è che nonostante alcune divergenze amministrative registrate nel corso di quest’ultimo anno, Foti possa diventare presidente della Provincia e conseguentemente punto di riferimento non solo del Partito democratico ma di tutto il centrosinistra irpino”.

Todisco: «Il dissenso non si espelle»

Todisco: «Il dissenso non si espelle»

AVELLINO – Leggo, per la verità soltanto su alcuni quotidiani, – scrive in una nota Francesco Todisco, coordinatore dell’area Pd “Un senso alla nostra storia” – ricostruzioni particolarmente fantasiose e di inesistenti documenti in merito alla composizione delle liste del Partito democratico per l’elezione del Consiglio provinciale. È abitudine consolidata, da parte della segreteria provinciale, quella di non far votare su nulla e anche questa volta non ha voluto smentire la tradizione. Nulla abbiamo votato, essendosi la riunione limitata a una mera discussione, né la direzione ha affidato formalmente la delega ad alcun dirigente e al segretario per la composizione delle liste. Al fine di evitare equivoci di tal fatta, per il futuro, mi farò carico di una formale proposta di registrazione audio e video delle riunioni di direzione, così che i fatti non possano essere interpretati o veicolati all’opinione pubblica secondo la convenienza del momento.

Al netto di queste precisazioni, non resta che il rammarico per una lista del Pd che poteva rappresentare tutta la complessità e la ricchezza di opinioni del partito e che rimane invece priva di alcune rappresentanze politiche determinanti. La responsabilità è da rinvenirsi unicamente nella strumentalità di veti politicamente incomprensibili. Anzi, con l’occasione ribadiamo un concetto; lo abbiamo affermato quando qualcuno voleva porre la nostra componente politica sul banco degli imputati e lo ripetiamo oggi: il dissenso non si espelle. Comportamenti paramilitareschi da parte del gruppo dirigente non aiutano il Pd; ci sentiamo impegnati nell’obiettivo che abbiamo sempre dichiarato, la costruzione di un partito che rappresenti le varie sensibilità interne e cerchi la sintesi attraverso la politica. Un Pd che sia riferimento di un orizzonte chiaro, il centrosinistra, e  che colga l’occasione dell’elezione del presidente e del Consiglio provinciale come un punto di partenza, che non deve conoscere ritorni ai pasticci delle “larghe intese”. Questa è la via che vogliamo costruire e percorrere.

Provincia: Foti e Gambacorta in lizza per la presidenza. Presentate sei liste

Provincia: Foti e Gambacorta in lizza per la presidenza. Presentate sei liste

AVELLINO – Saranno Paolo Foti, sindaco di Avellino, e Domenico Gambacorta, sindaco di Ariano Irpino, a contendersi la poltrona di presidente della Provincia. Le elezioni – alle quali potranno partecipare soltanto gli amministratori comunali (sindaci e consiglieri) – si svolgeranno il prossimo 9 ottobre. Gli elettori sono 1.200 circa. A sostenere Paolo Foti saranno la lista del Partito democratico, capeggiata dal sindaco di Teora Stefano Farina; quella di Alleanza civica- Irpinia.Bene comune, guidata da Vincenso Alaia, consigliere provinciale uscente di Avella e la lista Davvero di Gianluca Festa. Le liste di supporto alla candidatura di Gambacorta sono quella di Forza Italia e la lista Nuovo centro destra. Poi c’è la lista Costituente popolare che fa capo all’Udc che non ha dichiarato ufficialmente con quale candidato-presidente intende  schierarsi. Ecco i nomi di tutti i candidati.

A sostegno di Paolo Foti
Lista Partito Democratico
Stefano Farina (Sindaco di Teora)
Pasquale Ricci (Sindaco di San Martina Valle Caudina)
Carlo Grillo (Sindaco di Chianche)
Caterina Lengua (Consigliere comunale Cervinara)
Enrico Montanaro (Sindaco di Baiano)
Sabrina Polcari (Consigliere Comunale di Altavilla Irpina)
Ermando Zoina (Vice sindaco di Montemiletto)
Mirco Iorillo (Sindaco di Montecalvo)
Marcantonio Spera (Consigliere comunale di Grottaminarda)
Agata Tarantino (Assessore comunale di Solofra)
Guglielmo Lepre (Consigliere Comunale di Montoro)
Luigi Tuccia (Vicesindaco di Atripalda)
Lista Alleanza Civica - Irpinia. Bene Comune
Vincenzo Alaia (consigliere provinciale uscente Avella)
Rizzieri Buonopane (consigliere comunale Montella)
Gaetano Cierzo (Consigliere comunale Manocalzati)
Antonio Ferullo (Consigliere comunale Parolise)
Giovanni La Vita (Consigliere comunale Ariano Irpino)
Fenisia Mariconda (Sindaco Santa Lucia di Serino)
Massimiliano Minichiello (Consigliere comunale Montemiletto)
Antonio Petoia (Consigliere comunale Sant’Andrea di Conza)
Ercole Siciliano (Consigliere comunale di Montecalvo)
Angelina Spinelli (Sindaco di Santa Paolina)
Antonio Turtoro (Sindaco di Pietrastornina)
Giovanni Zerola (Consigliere comunale di Tufo)
Lista Davvero
Festa Gianluca (Avellino)
De Nisco Luigi (sindaco di Venticano)
Guerriero Lino (Grottolella)
Zaccaria Sergio (s angelo scala
Beatrice Carbone (Bonito)
Linda Citro (Parolise)
A sostegno di Domenico Gambacorta
Lista Forza Italia
Ferruccio Capone (sindaco di Montella)
Antonio Cione (Caposele) 
Gianni Cirignano (Savignano) 
Franco Colella (sindaco di San Nicola Baronia) 
Girolamo Giaquinto (consigliere comunale di Montoro e assessore provinciale uscente)
Franco Lo Conte (Ariano Irpino, già assessore provinciale) 
Fiorita Lombardi (Montemiletto) 
Pellegrino Mastrogiacomo (Altavilla I.)
Vincenzo Moschella (Atripalda) 
Flavio Petroccione (sindaco di Fontanarosa) 
Vincenzo Rufino (assessore al Comune di Pago Vallo Lauro)
Claudio Vittorio (vice sindaco di Rotondi) 
Lista Nuovo Centrodestra
Domenico Palumbo (consigliere comunale di Avellino)
Antonio Aurigemma (presidente Consiglio comunale di Monteforte I.)
Michele Brandi (Montella)
Giancarlo Ruggiero (vice sindaco di Mirabellaa)
Luigi D'Avanzo (Avella)
Filomena del Gaizo (sindaco di Contrada)
Carmela Grasso (Ariano I.)
Francesco Garofalo (sindaco di San Sossio)
Francesco Majello (sindaco di S. Angelo a Scala)
Giovanni Romano (Grottaminarda)
Salvatore Vecchia (sindaco di Cassano I.)
Antonietta Polcaro (Montefalcione)
In campo anche la lista della Costituente Popolare che fa riferimento all'UdC, i cui riferimenti provinciali non hanno ufficialmente dichiarato il sostegno ad alcun candidato presidente.
Palerio Abate (San Martino Valle Caudina)
Carmine Anzalone (Montefalcione)
Marcello Antonio Arminio (sindaco di Bisaccia)
Luigi D'Angelis (sindaco di Cairano)
Pellegrino De Biase (S. Lucia di Serino)
Angelo Antonio Di Gregorio (Luogosano)
Antonio Iannaccone (Atripalda)
Angelo Ianniciello (assessore a Flumeri)
Sergio Pacia (Moschiano)
Carmine Pacifico (già presidente del Consiglio provinciale)
Ubaldo Taddeo (presidente del Consiglio comunale di Altavilla I.)
Ernani Venuti (Mirabella Eclano, già consigliere provinciale). 

Segreteria Pd, alla Paris la delega agli enti locali

Segreteria Pd, alla Paris la delega agli enti locali

ROMA – Assegnate questa mattina a Roma dal segretario Matteo Renzi le deleghe ai 15 componenti – 8 donne e 7 uomini – della nuova segreteria nazionale del Pd della quale fa parte anche la parlamentare irpina Valentina Paris, nominata nuova responsabile enti locali.

“È stata una riunione organizzativa ma anche politica. Il segretario Renzi ha assegnato le deleghe, e abbiamo parlato di lavoro, politica estera e giustizia. Abbiamo riorganizzato la segreteria che sarà determinante per l'agenda di governo”. È quanto ha dichiarato il vicesegretario Pd Debora Serracchiani, al termine della riunione, nel corso della quale sono state così distribuite le deleghe: Vicesegretari: Debora Serracchiani (Infrastrutture), Lorenzo Guerini (Organizzazione); Enzo Amendola: Esteri; Lorenza Bonaccorsi: Cultura e Turismo; Chiara Braga: Ambiente; Micaela Campana: Welfare e Terzo Settore; Sabrina Capozzolo: Politiche Agricole; Ernesto Carbone: P.A., Innovazione e Made in Italy; Stefania Covello: Mezzogiorno; Andrea De Maria: Formazione; David Ermini: Giustizia; Emanuele Fiano: Riforme Istituzionali, Sicurezza; Valentina Paris: Enti Locali; Francesca Puglisi: Scuola, Università e Ricerca; Alessia Rotta: Comunicazione; Filippo Taddei: Economia e Lavoro; Giorgio Tonini: Federalismo, Territorio, Europa.

Soddisfazione, naturalmente, in casa del Pd irpino. “La nomina di Valentina Paris alla segreteria nazionale – si legge in una nota della segreteria provinciale di via Tagliamento – rappresenta un fatto di straordinaria importanza politica e di grande opportunità per il Pd irpino e l’intero territorio. La soddisfazione dei democratici irpini naturalmente sta anche nella convinzione che il nuovo incarico di Valentina Paris potrà ancora di più consentire che le questioni serie e aperte del territorio irpino possano trovare un ulteriore luogo di ascolto e di possibili soluzioni”.

Soddisfazione anche in casa Udc, sezione di Atripalda: «Esprimiamo piena soddisfazione – si legge in una nota a firma di Dimitri Musto, Giuseppe Spagnuolo e Antonio Iannaccone del gruppo consiliare "udc di Atripalda" – per l’ingresso nella segreteria nazionale del Pd della nostra conterranea, l’on. Valentina Paris. A lei vanno i migliori auguri di buon lavoro, con l'auspicio che, nell’ambito del suo complessivo impegno, possa dare anche un valido contributo a favore dell’Irpinia e della Città di Atripalda».

Aggiornamento del 19 settembre 2014, ore 13.38 - Circolo Pd di Monteforte Irpino. “Sicuramente – afferma Francesca Zarbo, coordinatrice del circolo Pd di Monteforte Irpino – la presenza dell’on. Paris tra i quindici che affiancheranno Matteo Renzi nella guida del Partito democratico costituisce un vantaggio per l’Irpinia e tutto il Mezzogiorno, soprattutto in virtù della delega agli Enti locali che le è stata assegnata, oltre ad essere un grande piacere per noi che l’abbiamo vista crescere politicamente. E’ un bene per tutti che una giovane come lei rappresenti, oltre che un partito che punta sulle nuove forze e sull’esperienza di una storia politica importante,  anche la nostra Irpinia, in cui ha combattuto le prime battaglie e che ha dimostrato di non aver dimenticato”.

Pagina 10 di 239

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com