www.giornalelirpinia.it

    13/02/2016

Politica

Festa annuncia il suo reintegro, ma è sempre più polemica con il Pd

Festa annuncia il suo reintegro, ma è sempre più polemica con il Pd

AVELLINO – È annunciata per domani mattina, alle 10.30, una conferenza stampa di Gianluca Festa, consigliere comunale del gruppo Davvero, che, presso la sede del coordinamento provinciale del Partito democratico di via Tagliamento, spiegherà, nel salone in cui giganteggia la foto di Alcide De Gasperi che parla agli avellinesi in Piazza Libertà nel maggio del 1953, le motivazioni alla base del suo reintegro all’interno del Pd irpino dopo l’allontanamento deciso qualche tempo.

Non sembra, comunque, quello di Festa, un ritorno destinato ad essere caratterizzato da squilli di trombe e rulli di tamburi se si considera il clima di forte contrapposizione e di aspra polemica che ancora sussiste – nonostante la benedizione beneaugurante data qualche settimana fa dalla segretaria regionale del Pd, Assunta Tartaglione – con il segretario provinciale, Carmine De Blasio, del quale Festa ha chiesto, insieme con gli altri oppositori, più volte la testa, l’ultima in occasione della votazione sulla mozione di sfiducia conclusasi, però, con un nulla di fatto.

L’ultimo motivo di frizione è scaturito in seguito ad una nota del Pd irpino nella quale si stigmatizza la partecipazione di Gianluca Festa, insieme al governatore Vincenzo De Luca, ad una iniziativa politica tenutasi nella sede del partito dei Verdi a Napoli. Piccata la replica del coordinamento provinciale della componente Davvero attraverso un comunicato stampa: “Siamo al ridicolo, evidentemente la segreteria provinciale del Pd non ha più nessun argomento politico valido da mettere sul tavolo per discutere seriamente. Festa ha semplicemente partecipato, e non presieduto, ad una manifestazione di un partito che fa parte integrante della coalizione di governo in Campania, e con il quale il gruppo Davvero, che rappresenta la componente ecologista dei democratici, ha dato vita ad una lista a sostegno del presidente De Luca, riuscendo ad eleggere un proprio rappresentante in seno all'assise regionale. Sia Gianluca Festa che il governatore De Luca, invitati all'incontro, hanno voluto portare un saluto agli amici dei Verdi, rinsaldando una collaborazione politica con i componenti della lista Davvero-Verdi, che il presidente ha definito di fondamentale importanza per gli straordinari risultati relativi alle politiche ambientali che la Regione Campania ha conseguito in questi primi cinque mesi di governo”.

Infine, il coordinamento provinciale della componente Davvero chiede e si chiede: “Non comprendiamo bene chi si cela dietro la nota inviata dalla sedicente segreteria provinciale del Pd, una fantomatica segreteria, visto che non c’è nessuna firma”. “A questo punto – conclude la nota – non ci meraviglieremmo se venissero chieste  le espulsioni di Festa e del presidente De Luca. Siamo alle comiche finali... Davvero!".

 

Avitabile lascia l’Ncd: «Partito zerbino di Renzi»

Avitabile lascia l’Ncd: «Partito zerbino di Renzi»

AVELLINO - “Lascio il Nuovo centro destra ma in realtà è Ncd ad aver perso la fiducia mia e di tanti che ci avevano creduto. Un partito verticistico, senza nessun radicamento sul territorio, dove chi ha la responsabilità di guidare gli altri pensa soltanto a dividere e a ostacolarne la crescita, probabilmente per mediocrità. Quanto alla proposta politica, Ncd era nato per unire attorno a proposte e progetti, guidare il Paese e fermare la sinistra. E invece è diventato lo zerbino di Renzi. Nella mia scelta sono confortata anche dal fatto che tutti quelli che conosco e con cui mi sono consultata sono addirittura entusiasti. Insomma lascio senza rimpianto. O meglio  uno solo: dovevo farlo prima”.  È quanto dichiara Carmen Avitabile, già delegata nazionale Ncd.

De Luca: «Con l’Area vasta faremo voltare pagina alla realtà di Avellino»

De Luca: «Con l’Area vasta faremo voltare pagina alla realtà di Avellino»

AVELLINO – “Lavoreremo con i fondi europei per cercare di sostenere e finanziare interventi di Area vasta. Vorremmo evitare di disperdere i fondi europei in piccoli interventi che non servono assolutamente a niente. Dobbiamo risolvere i grandi problemi infrastrutturali – sto venendo dalla stazione di Avellino che qualche anno fa era stato addirittura chiusa alla regione, cosa incredibile – e quindi stiamo pesando di avere collegamenti riattivati verso Salerno, verso Benevento, con l’Università, con l’area industriale, e stiamo immaginando di affrontare così i grandi problemi dello sviluppo, a cominciare dal polo conciario di Solofra per il quale dobbiamo risolvere in maniera definitiva il problema della bonifica, del disinquinamento. Insomma le quattro cinque cose che ci consentono di far voltare pagina anche alla realtà di Avellino”.

È quanto dichiara dinanzi a taccuini e microfoni il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca prima di incontrare, nella sala consiliare del Comune di Avellino, i 33 sindaci dei Comuni irpini per la firma del protocollo d’intesa per la costituzione dell’Area vasta con il Comune di Avellino capofila (come riportiamo in seguito). Il tour avellinese del governatore della Campania era iniziato con una visita all’area dell’ex Isochimica di Pianodardine prima, alla stazione ferroviaria poi.

Sull’Isochimica: “Grande tristezza per un’attività produttiva che è scomparsa lasciando una scia di problemi a volte drammatici per la salute e la vita di tanti lavoratori. È arrivato il momento di affrontare e risolvere questo problema. Anche per l’Isochimica, come per le ecoballe, come per Bagnoli, come per la sanità ora o mai più, ora o mai più. questo è il momento per risolvere i problemi, ce la metteremo tutta. Occorreranno risorse anche importanti, però non credo che ci siano problemi, abbiamo risorse sufficienti nel campo della bonifica ambientale per cui l’intervento si può fare”.

Anche nell’intervento fatto nell’aula consiliari dinanzi ai sindaci ribadisce la volontà di portare a a termine gli impegni presi: “Andremo avanti a carro armato sui nostri obiettivi, o facciamo così oppure perderemo questa occasione storica. Sia chiaro anche ad Avellino: abbiamo nelle mani un’occasione storica per voltare pagina: o lo facciamo adesso o non si farà mai più”.

Non perde, poi, l’occasione per ingraziarsi ulteriormente le simpatie del leader dell’Udc nonché sindaco di Nusco Ciriaco De Mita – passato dalla sua parte alle ultime elezioni regionali dopo l’ormai famoso patto notturno di Marano – lanciando più d’una stoccata all’ex pupillo Costantino Preziosi, direttore generale dell’Air, ma anche capo dell’opposizione in Consiglio comunale: “O fa il politicante o fa il dirigente. E soprattutto se c’è qualcuno che fa il dirigente di una struttura per la quale si è fatto fare un contratto importante non va bene. E non aggiungo altro. Ho dato disposizione al presidente dell’Air di togliere di mezzo le macchine di servizio. Io ho una Volkswagen 1600 perché non abbiamo macchine blu alla Regione Campania, quindi sotto i 1600 di cilindrata. Non è che poi qualcun altro va in giro con l’Audi. No, così non va bene, se no va a finire che m’incazzo pure”.

Protocollo d'intesa Area vasta

Area vasta, De Luca ad Avellino per la firma del protocollo d’intesa tra 33 Comuni

Area vasta, De Luca ad Avellino per la firma del protocollo d’intesa tra 33 Comuni

AVELLINO – “Questa è, e sarà una grande sfida, che vedrà la città capoluogo capofila e promotore, alla guida di un processo che porterà alla formazione di una Avellino che così si candida ad essere la terza città della Campania”.

È quanto sottolinea il sindaco di Avellino, Paolo Foti, alla vigilia della firma del protocollo d’intesa che sancisce la costituzione dell’Area vasta con l’adesione, oltreché del capoluogo, di 32 Comuni dell’hinterland i cui rappresentanti si ritroveranno sabato prossimo, alle 10.30, nella sala consiliare di Palazzo di città per la sottoscrizione dell’importante documento.

Presente all’incontro il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che ha condiviso ed ha appoggiato il varo del progetto.

“È chiaro che lo sviluppo del territorio attraverso la connessione e la valorizzazione delle identità condivise e attraverso l’attuazione di obiettivi comuni – spiega il sindaco Paolo Foti – è un percorso lungo e tortuoso, pertanto necessita tutto il nostro impegno affinché si pongano le basi per la costruzione dell’Area e la pronta attivazione delle pratiche necessarie ad ottimizzare la partecipazione ai programmi comunitari. È necessario avviare azioni congiunte mirate ad uno sviluppo sociale, infrastrutturale, culturale, economico ed ambientale sostenibile della collettività, evitando frammentazioni di iniziative pubbliche e private avulse da un disegno unitario di area e/o di sistema locale di sviluppo”.

In tale contesto anche la nuova programmazione europea 2014-2020 deve divenire – si legge in un nota – lo strumento che, superando le barriere dei confini amministrativi, offrirà ai territori l’opportunità di affrontare le dicotomie tra le aree di concentrazione dello sviluppo e delle attrattività e le aree della marginalità sociale e del degrado urbano, riposizionandone le prospettive di rigenerazione fisica, economica e sociale all’interno di una scala territoriale di Area vasta.

De Blasio: «È il momento di fermarsi e far prevalere la responsabilità»

De Blasio: «È  il momento di fermarsi e far prevalere la responsabilità»

AVELLINO – “Non riesco a spiegami come è possibile che riferimenti istituzionali presenti nel nostro partito, gente che sta nelle istituzioni, non abbiano una sola parola di distensione, una sola parola di ricerca di una soluzione.  I conti – lo dico a chi tanto si agita – si vengono a fare qua in provincia di Avellino. Quello che si conta veramente lo si dimostra qua in provincia di Avellino, non per le amicizie, le compagnie lontano dalla provincia di Avellino”.

È un passaggio della conferenza stampa di questa mattina del segretario provinciale del Partito democratico, Carmine De Blasio, che fa il punto della situazione all’interno del partito alla luce di quanto venuto fuori dall’assemblea provinciale di lunedì scorso conclusasi con la bocciatura della mozione di sfiducia presentata dall’asse Famiglietti-D’Amelio-Festa-Ricciardi-Todisco.

E proprio contro i riferimenti istituzionali, in primis l’on. Luigi Famiglietti e la presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio, sono rivolti gli strali di De Blasio.

“Capriglia – spiega – mette un punto, e questo al di là dei numeri, in più o in meno, per governare o per mandare a casa il segretario. Non è una questione di numeri, è una questione politica, non sono solo i numeri a consentire di far politica. Capriglia resta a futura memoria per questo partito. E tutta questa vicenda resta incomprensibile per i nostri iscritti, i nostri dirigenti, i nostri amministratori i quale veramente non si danno ragione di come un partito, nel momento in cui ha dalla sua parte il governo nazionale, il governo regionale, tante amministrazioni, gli enti di servizio e deve finalmente dimostrare di essere in grado di governare, di fare, di rispondere ai problemi, di occuparsi delle questioni, si concede invece addirittura per volontà dei suoi rappresentanti istituzionali un due mesi e mezzo di questo spettacolo. Spettacolo che passa attraverso tre assemblea provinciali, attraverso la mozione di sfiducia che viene respinta”.

“Ora io credo che le prove di forza sono state fatte, questo è il momento in cui invece bisogna far prevalere un approccio di responsabilità. Certo, il segretario non può restare arroccato sulle sue posizioni, ma lo ero anche prima quando dicevo che bisognava fermarsi e di non tirare la corda.  Quindi non c’è da meravigliarsi che da Capriglia esca un partito spaccato, ed un partito spaccato lo si determina mettendo in campo azioni che portano a spaccare un partito. Ora i tentativi sono stati fatti, ora è il momento in cui bisogna fermarsi e far prevalere le responsabilità. Chi sceglie di continuare a mantenere una posizione di rottura, di frattura dentro il partito io credo che continui a dare un esempio di irresponsabilità dal punto di vista politico”.

Pagina 10 di 375

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com