www.giornalelirpinia.it

    05/07/2022

La mostra/Ricordi sospesi: fotografia, moda e musica al circolo della stampa

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Mostre2_ricordi_sospesi.jpgAVELLINO – “Ricordi sospesi” è il titolo della mostra multidisciplinare, che sarà allestita dal 14 al 20 maggio, presso il circolo della stampa di Avellino, in Corso Vittorio Emanuele e visitabile dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 20,00. Il vernissage è previsto per sabato 14, alle 18,30.

L'evento artistico  si  articola in tre diversi segmenti creativi: fotografia, moda e musica. L'obiettivo è condurre il visitatore in un viaggio emozionale ed esperienziale attraverso la contaminazione di territori espressivi, legati tra di essi da un filo rosso, quello del tempo e della memoria.

Autori della mostra - organizzata dall’Associazione Teatrale “Aisthesis”, presieduta da Luca Gatta, e Fs Event srls, in collaborazione con  l’Ordine dei Giornalisti della Campania e Cloe by Serena Fierro - sono la fotografa e artista visuale Giorgia Bisanti, la stilista Rossella Coppola, i compositori, Umberto Ciccone, Francesco D’Acunzi, Raffaele Gagliardi, Giovanni Parrocchia ed il tecnico del suono, Manuel Lomazzo, con la direzione artistica di Raffaella Bellezza.

La nostalgia verso un tempo passato o non vissuto, la riflessione sulla condizione di fragilità a cui l’uomo è inevitabilmente destinato, sono i temi visibili nelle opere di Giorgia Bisanti, che presenterà per la prima volta in Campania il progetto “Meno Umani”, dopo averlo esposto a Mia Fair (Milano), Biennale dei Giovani Fotografi Italiani (Bibbiena) e Phest (Monopoli).

“Madeleine” è invece la capsule collection di 6 outfit, firmata da Rossella Coppola, giovane stilista originaria dell’avellinese e formatasi a Roma e Milano, in cui si evincono chiari riferimenti a uno stile sportivo anni 90, e dove prendono ispirazioni non solo riferimenti modellistici, sartoriali e tessili ma anche e soprattutto il sapore e il ricordo indelebile di un’infanzia impressa da un legame indissolubile con la nonna materna, Maddalena, da qui il titolo e l’elogio della collezione.

Ad accompagnare il percorso espositivo, l'esecuzione musicale in filodiffusione si articolerà in tre tableaux vivants: sonorità cantabili, riscontrabili nelle composizioni pianistiche - “Baba’s hands”,  “Lanter”,  “Seashell secret”, “Goodnight for a gentle soul” - di Umberto Ciccone e quartettistiche – “Crescendo”, “Sospesi” - di Giovanni Parrocchia.

La narrativa musicale prosegue con la trilogia di Francesco D’Acunzi, perfetta unione tra melodia ed effettistica elettronica. In conclusione, Sea di Raffaele Gagliardi: pura musica elettronica.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com